Dire fare pinnare

C’era una volta Pinterest, la Cenerentola del Social Media Marketing. Non tutti la conoscono, molti la giudicano, pochi conoscono le sue vere potenzialità.

Con l’80% di utenza femminile, possiamo già immaginare quali siano le referenze di questa nostra “Cenerentola Social”: su Pinterest bisogna esserci puntando sull’immagine e sul trend del momento, in settori prettamente femminili come l’arredamento, la moda, l’arte, il make-up. Su Pinterest possiamo trovare le classiche immagini ma anche infografiche, le gif, i cinemagraph, i video, condivisi allo scopo di interagire attraverso le macrosfere di interesse dei singoli utenti e delle aziende presenti sulla piattaforma. pinterest

Il layout è irregolare: le foto hanno dimensioni diverse e apparentemente casuali, caratteristica che incentiva l’azione di scorrimento verticare attraverso cui si “esplora” il mondo immaginario di Pinterest.

Interessante? Forse anche un po’ banale sotto certi punti di vista.

Pinterest è una copia imbellettata e un po’ chic di Social Network già esistenti. La solita principessa Disney dai caratteri sempre uguali e dalle vicende già scritte.

Ma allora, qual è la cosa interessante di Pinterest? L’interessante sta nell’atteggiamento dei responsabili del Social tutto al femminile che si dicono convinti a separare il loro operato da tutto il mondo dei Social Network. A questo scopo, Pinterest ha eliminato definitivamente il tasto “mi piace”, rappresentato da un pulsante rosso con impresso un cuore bianco. Al posto del “mi piace” al femminile, è stato introdotto un tasto che permette di scoprire di più del pin che ci sta interessando. Cliccando su questo nuovo pulsante, infatti, potremo accedere a nuovi pin collegati tematicamente al pin di nostro interesse.

Interessante? Sì, interessante. Si tratta di una mossa che prende le distanze da tutti gli altri social e in primis da Facebook, che ulula “mi piace”, “mi dispiace”, “lo adoro”, “che ridere” e “che rabbia” attraverso le nuove emoticons a disposizione degli umori dell’utenza.

Mossa suicida, in completa controtendenza con il social network primo al mondo?

Nonostante ad una prima analisi possa apparire una mossa azzardata, si tratta invece di una delle caratteristiche più interessanti di Pinterest. Quello che questo social al femminile sta cogliendo è proprio l’utenza che cambia e che sta cambiando in particolar modo su Facebook, che sembra essere sempre più “abitato da utenti datati”. Le nuove generazioni stanno progressivamente abbandonando una piattaforma sempre identica a se stessa e dai contenuti sempre uguali, per spostarsi su social più tematizzati.

Ecco quindi che Pinterest abbandona il “mi piace” e sfrutta un tasto nuovo per la tematizzazione dei propri contenuti. Il risultato? Utenza che ringiovanisce, in completa controtendenza con Facebook.

Pinterest, la Cenerentola dei Social Network, ci riserverà sicuramente delle interessanti sorprese… basta soltanto che calzi la giusta scarpetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Preferenze Privacy

Social Sharing

Facebook
Youtube
Instagram
Pinterest

Advertising

Google Ads Facebook Ads Instagram Ads

Analytics

Google Analytics Wordpress Analytics

Remarketing

Facebook Remarketing Google Remarketing