Scrivere una newsletter strategica

Scrivere una newsletter non è un lavoro banale, ma basta seguire poche e semplici regole per essere efficaci e “andare sul sicuro”.

newsletter strategicaPer prima cosa, una newsletter strategica deve essere “rassicurante”: niente layout aggressivi, niente paroloni da televendita… potete essere accattivanti nel titolo ma ricordatevi che chi ha scelto di seguirvi è un cliente fidelizzato che ha bisogno di “sentirsi a casa”.

Scrivere una newsletter di successo, significa anche rendere il contenuto quanto più possibile “interessante”. Inutile quindi inviare newsletters tanto per fare qualcosa, o per rispettare tempi e modi predefiniti. Il nostro utente ha scelto di ricevere notifica delle nostre iniziative e dei nostri prodotti, quindi ne è profondamente attratto; non sprechiamo il suo interesse!

Quando si invia una newsletter, bisogna essere sempre certi che l’azienda possa identificarsi in essa. Scegliamo quindi una newsletter con un layout che non cambia troppo spesso e che rispecchia i colori e lo standard aziendale: sarà perfetta per rendere l’idea di sicurezza e coerenza del brand.

Come le donne, una buona newsletter deve essere “multitasking” e fornire quindi in contemporanea più spunti e motivi d’interesse. Per le singole partite o per le offerte lampo c’è la DEM, la newsletter può invece essere non direttamente ispirata a motivi economici (la vendita adesso e a tutti i costi), ma ha il compito di “ricordare al cliente che ci siamo” e di proporci come marchio interessante, attento agli interessi dei clienti fidelizzati e ricco di iniziative sempre nuove.

Queste sono le caratteristiche essenziali che una newsletter deve possedere. Per il resto non ascoltate esperti di marketing che vi propinano orari, modalità e colorazioni. La newsletter deve essere quanto più possibile modulata sul vostro settore e sul vostro pubblico: quindi nessun esperto sarà mai più esperto di voi. Aiutatevi con dei semplici test A/B e testate le reazioni e le emozioni delle vostre liste di contatti.

La soluzione migliore sarà sempre quella che cucite addosso al vostro destinatario!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Preferenze Privacy

Social Sharing

Facebook
Youtube
Instagram
Pinterest

Advertising

Google Ads Facebook Ads Instagram Ads

Analytics

Google Analytics Wordpress Analytics

Remarketing

Facebook Remarketing Google Remarketing